Registrati subito gratis:

Potrai inserire nella directory tutti i siti che vorrai! L'inserimento è: gratuito, semplice ed immediato
:
:

Garanzia di qualità: non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti in qualsiasi momento con 1 semplice click!

venerdì 23 febbraio 2018

FRANCESCA ROMANA PERROTTA: “OCCHI DI CERA” È IL TERZO SINGOLO ESTRATTO DALL’ALBUM “L’ORA DI MEZZO”


Alla vigilia del Tour 2018 è partito da Lecce il 26 gennaio, la cantautrice presenta un brano dalle atmosfere malinconiche ed evocative.




Occhi di cera” è la traccia d’apertura del disco di Francesca Romana Perrotta “L’ora di mezzo”:

«Il terzo album della cantautrice salentina tra gli altri ospita Gianluca De Rubertis, che ha messo piano e tastiere e duettato con lei. Si tratta di songwriting pop ben concepito, fatto di ritornelli ammiccanti, slanci melodici, di un’attitudine rock che ricorda la Nannini (ascoltare “Il Grido” per credere) e di una voce graffiante duttile e allenata» Barbara Santi, Rumore.


L’album riflette le personalità dell’artista un po’ rock e alla continua ricerca delle verità più profonde dell’animo umano. Specialmente di quello femminile.
Nel disco parlano, piangono e si confessano infatti Medea, Elena di Troia, Penelope, Lucida Mansi (una contessa assassina), Maria Antonietta e la cantante stessa, che, queste donne, in qualche modo le fa rivivere. Ma… perché “L’ora di mezzo”? L’ora di mezzo è quel momento del giorno in cui tutto sembra sospeso, non è più giorno, non è ancora notte, non c’è troppa luce, neanche troppo buio. I pensieri sono attenuati, le ombre sfumano e le persone perdono i contorni, mentre i fantasmi potrebbero già iniziare a risvegliarsi. Tutto è sentimento e mistero.
Gianluca De Rubertis è diventato l’ospite graditissimo dell’album con un duetto su una delle canzoni più intime ed autobiografiche “Io sono l’egoista” ed inoltre ha suonato pianoforte e tastiere in quasi tutte le tracce. Gli altri musicisti che hanno partecipato sono:
Tomaso Graziani, batteria; Francesco Cardelli, basso; Giuseppe Bonomo e Massimo Marches, chitarre; Gianluca De Rubertis e Cristian Bonato, pianoforte e tastiere.




Radio date del singolo: 9 Gennaio 2018
Uscita dell’album “L’ora di mezzo”: Giugno 2017
Etichetta: Filibusta Records di Roma in coedizione con Ed. Curci.




BIO

Cantautrice/musicista. Conosciuta su scala nazionale dal 2005, grazie al suo brano d’esordio “In genere sogno”, presentato da Fiorello su Radio RAI 2.

- Vincitrice del Festival Musicultura 2007 (miglior interpretazione).
- Vincitrice del Premio De Andrè 2009, prima cantautrice donna a vincere il premioOspite di Cristiano De Andrè nel tour “De Andrè canta De Andrè”.
- Vincitrice del Festival Musicultura 2010 e del Premio Poggio Bustone dedicato a L. Battisti: Premio Miglior personalità artistica.
- Vincitrice del Festival Musicultura 2016 (Premio Miglior Testo con “Il grido”).
- Vincitrice del Premio Civilia 2016, premio assegnato in precedenza ad altri autori di fama nazionale, quali Mimmo Locasciulli, Giorgio Conte, etc.
GIUGNO 2017: il terzo album, “L’ora di mezzo” [Edizioni Curci-Filibusta Records], in distribuzione digitale per Believe Services a partire da settembre 2017 in vendita presso in negozi di dischi, La Feltrinelli e i grandi distributori.
- Il singolo “Le cose non accadono per caso”, tratto da “L’ora di mezzo”, ha conquistato il 20º posto nella classifica nazionale Indie Music Like.

Collaborazioni artistiche:
2008: Tour teatrale con Teresa De Sio.
2009: Duetto con Cristiano De Andrè durante la tournée estiva “De Andrè canta De Andrè”). Il brano “Contro il mio sguardo” (album“Lo Specchio”) è scritto con Luigi Pacifico, autore delle canzoni di maggior successo di G. Nannini e L. Dalla.
2017: Gianluca De Rubertis (cantante ed autore de “Il Genio”) duetta ne “L’Ora di Mezzo” in “Io sono l'egoista”, brano Finalista Premio Bianca D’Aponte 2017, festival dedicato alle migliori cantautrici italiane.

Discografia
2005 - “In genere sogno” (brano singolo, Ed. Curci)
2007 - “L’istante che vale” (brano singolo, Ed. Lineadue/Musicultura)
2008 - “Vermiglio” (Album, Warner Music/Ed. Curci/ UNIVERSO)
2011- “Lo Specchio” (CD-Album, Ed. Curci/ EDEL)
2016 - “Il Grido” (brano singolo, Filibusta Records/Ed. Curci/Musicultura)
2017 - “L’ora di mezzo” (Album, Filibusta Records/Ed. Curci)
2017 - “Le cose non accadono per caso” (brano singolo, Filibusta Records/Ed. Curci)
2018 - “Occhi di cera” (brano singolo, Filibusta Records/Ed. Curci)


Contatti e social

Sito Etichetta: www.filibustarecords.com

DAVIDE AMATI “MA DOVE SEI” È IL SINGOLO D’ESORDIO DEL GIOVANISSIMO CANTAUTORE


Un pop chiaroscurato che veste di abiti sonori scanzonati un animo dalle venature più malinconiche, accompagna il racconto autobiografico della vita del musicista.



Ma Dove Sei” è una canzone che parla del quotidiano di Davide, scritta durante una mattina senza scuola, in cui prevaleva la stanchezza per la solita routine e la poca forza nell’affrontare le difficoltà della giornata.

«C’è la nostalgia di una storia che ho vissuto insieme a una ragazza e che ho fatto fatica a smaltire e la consapevolezza di essermi distaccato troppo da me stesso». Davide Amati



Autoproduzione


BIO

Davide Amati nasce a Roma il 19/11/1998. Inizia gli studi di chitarra a 8 anni, si trasferisce a Santarcangelo di Romagna e prosegue con gli studi di chitarra moderna/jazz/blues. All’età di dieci anni con il Maestro Marco Vienna in tutto questo Davide ha sempre avuto una forte creatività e ha iniziato a comporre le prime musiche con chitarra all’età di 10 anni, iniziando ad esibirsi in pubblico fin da subito. Finite le scuole medie si iscrive al Liceo Musicale Statale di Forlì, dove approfondisce gli studi musicali, imparando il solfeggio, la storia della musica e la chitarra classica. Nel 2012 partecipa al Tour Music Fest dove arriva alle semifinali, classificandosi tra i primi 10. Prende qualche lezione di chitarra acustica con Massimo Varini. Col passare degli anni sviluppa una passione per la musica rock e fonda diversi gruppi nei quali ha ruolo di chitarrista/compositore, migliorando sempre di più la tecnica di improvvisazione. Continua a suonare dal vivo in locali, eventi, manifestazioni ecc… All’età di sedici anni sente la necessità di scrivere testi insieme alla musica. Ha una produzione vasta quotidiana di testi e musica che decide di fare ascoltare al Maestro Mogol, il quale gli consiglia di fare il corso per compositori al Cet, la sua scuola di musica. Davide dopo l’esperienza al corso compositori al Cet, con il Maestro Barbera migliora molto nella composizione pop e si appassiona sempre di più che decide di cantare le sue canzoni. Lo stesso anno una delle sue canzoni viene premiata dallo stesso Mogol con una borsa di studio per fare anche il corso per interpreti, sempre al Cet. Nel frattempo Davide Continua a scrivere canzoni e nell’estate 2017 produce e registra il suo ep, ancora in fase di lavorazione. Partecipa a Urbino Jazz Festival dove presenta le sue canzoni e dove riscontra successo. Viene selezionato tra 20 ragazzi per il Songwriting Camp a Bari dove si trova a contatto con professionisti del campo. Recentemente sta portando avanti un progetto, con il quale suona la chitarra e canta le sue canzoni, dov’è accompagnato da due musicisti e si esibisce dal vivo.



Contatti e social



giovedì 22 febbraio 2018

Stile classico o moderno per la tua cucina...

Cucine Scavolini Roma – Stile classico o moderno?
Cucina Sax – Basic  by Scavolini è una Cucina con ante in laccato bianco lucido.
Cucine Scavolini Roma  - Sax è un programma cucine caratterizzato dalla grande componibilità e dall’ampia scelta di soluzioni, con finiture inedite e design di ultima tendenza.
La struttura è realizzata con pannelli di particelle di legno, spessore 18 mm,  a basso contenuto di formaldeide e idrofughi, nobilitati su due lati con finitura antigraffio per strutture bianche e melaminico opaco per le altre. Le ante sono previste nelle versioni: in laccato lucido o opaco nei colori a campionario; in melaminico decorativo bianco o effetto legno.
Cucine Scavolini Roma  - Cucina Belvedere by Scavolini
Belvedere propone soluzioni tradizionali con ante a telaio in legno, spessore 24 mm, previste nelle finiture: rovere bianco, rovere panna antico, giallo antico, rovere natuale con sfumature verde, rovere azzurro antico, rovere verde antico, noce Kyoto, noce antico, rovere moro opaco. Disponibile anche nella versione con anta a telaio con vetro. In foto è proposta la composizione in muratura con ante e struttura color verde antico.
Cucine Scavolini Roma - Cucina LiberaMente  by Scavolini
Cucina con ante in laccato lucido visone e avorio con pensili in vetro avorio.




LiberaMente è un programma cucine composto da elementi dalle linee essenziali che integrano la cucina al soggiorno e al resto della casa con soluzioni funzionali ispirate alla ricerca della libertà compositiva. Le ante, con apertura a gola, sono disponibili nelle numerose finiture a catalogo.
Ancora indecisi tra lo stile classico e stile moderno?
Cucine Scavolini Roma  - Cucina Tess by Scavolini
Cucina con ante in laccato lucido azzurro pervinca e piani in acciaio. Tess è una cucina che propone soluzioni d’attualità che si addicono a un moderno stile di vita. La struttura è realizzata con pannelli di particelle di legno, spessore 18 mm, a basso contenuto di formaldeide (classe E1) e idrofughi, nobilitati in melaminico. Le ante sono disponibili nelle finiture: laccato opaco, lucido o lucido metallizzato nei vari colori a campionario; vetro con telaio in alluminio.
Trova la cucina più adatta a te
Stile classico o moderno? Scegli materiale e colore e scopri le cucine in armonia con te e la tua casa -
Ciminelli Casa rivenditore del marchio Scavolini una garanzia …

Scavolini produce cucine da oltre 50 anni. Una lunghissima esperienza maturata nel tempo insieme ai gusti e alle tendenze di quasi tre generazioni di consumatori. Da attività artigianale si è trasformata in realtà industriale, percorrendo con tenacia e determinazione tutte le tappe della sua costruzione aziendale nel pieno rispetto del pubblico, e in sintonia con le esigenze del territorio in cui si trova ad operare.
www.ciminellicasa.it

L'importanza di eseguire un trattamento di vera idrochinesiterapia.

Fisioterapia convenzionata Roma - Nuova piscina riabilitativa per idrochinesiterapia al Sanem 2001 seconda sede.
Fisioterapia convenzionata Roma -
L'importanza di eseguire un trattamento di vera idrochinesiterapia.
Non confondere il trattamento riabilitativo con l'acquagym, attività lucido - sportiva e non riabilitativa. Ad esempio la temperatura delle piscine normali non riabilitative non è mantenuta tra i 32 e 35 gradi, fattore che influisce negativamente sugli esercizi e la correttezza del trattamento.
Fisioterapia convenzionata Roma  - Il rapporto terapista- paziente nella riabilitazione in acqua deve essere, soprattutto all'inizio, un terapia/un paziente.
Gli esercizi devono essere modulati sul paziente e non possono essere uguali per tutti.
I controlli dell'acqua richiesti per le piscine riabilitative con autorizzazione sanitaria sono a garanzia del paziente per evitare complicanze in fase riabilitativa.
Per riabilitarsi in acqua bisogna affidarsi ad una equipe multidisciplinare formata da fisiatra, ortopedico, neurochirurgo e fisioterapista con master in idrochinesiterapia.

Per la tua sicurezza affidati solo a strutture sanitarie regolarmente autorizzate.
Fisioterapia convenzionata Roma   - Sanem 2001 seconda sede Viale Somalia Roma una struttura completamente rinnovata per offrirti sempre il meglio e con una nuova piscina riabilitativa per idrochinesiterapia.
Quali sono gli effetti dell'acqua nella riabilitazione?
L'acqua  favorisce in modo determinante l'esecuzione di esercizi di mobilizzazione attiva e passiva grazie alle sue fisiobiologiche.
La caratteristica principale è il manifestarsi dell'azione antigravitaria secondo la legge di Archimede (un corpo immerso in un liquido riceve una spinta verso l'alto pari al peso del volume del liquido spostato), che determina l 'effetto di alleggerimento del corpo immenso.
Utilizzando acqua riscaldata ad una temperatura di 32° - 35°C si ottiene l'effetto analgesico del calore.
Il calore infatti, innalza la soglia di sensibilità al dolore determinando anche una sedazione generale e rilasciamento muscolare.
Il mezzo idrico, più denso rispetto all'aria, permette movimenti controllati ed eseguiti contro una leggera resistenza.
Fisioterapia convenzionata Roma – idrochinesiterapia e piscina riabilitativa.
Prenota una consulenza gratuita con i nostri fisiatri che ti sapranno consigliare il  miglior trattamento per il tuo problema.


L'acqua sostiene gran parte del peso del corpo favorendo l'esecuzione di movimenti con un corretto lavoro muscolare anche in condizioni di ridotto tono - trofismo e di difficoltà di carico. Per questo motivo un muscolo che ha forza ridotta e non consente un corretto lavoro può realizzare in acqua diversi movimenti.
La riduzione del peso corporeo che si ottiene nel mezzo idrico permette inoltre di eliminare il dolore dovuto al carico e di iniziare precocemente la riabilitazione motoria.
Cos'è l'idrochinesiterapia
L'idrochinesiterapia, o fisioterapia in acqua, è uno strumento riabilitativo adatto ad ogni tipo di patologia fisiatrica, ortopedica, sportiva, neurologica e neuromotoria.
L'idrochinesiterapia rappresenta la metodica di massima e migliore integrazione tra le proprietà fisiche dell'acqua e terapeutiche del movimento.
Un altro effetto è il miglior apprezzamento della posizione del proprio corpo e del senso di movimento dovuti alla percezione della pressione esercitata dall'acqua su tutto il corpo che si traduce in una sensazione di maggior sicurezza nell'esecuzione dei movimenti. Questo riduce i rischi di movimenti incontrollati che possono far insorgere la sintomatologia, peggiorare la situazione patologica, dare paura ed insicurezza al paziente rallentandone la rieducazione. 
www.grupposanem.eu  


mercoledì 21 febbraio 2018

TOZ ANTONIO PIRETTI “QUELLA SCHEDA ERA LA MIA” È IL BRANO ANTI-ASTENSIONISMO DEL CANTAUTORE ITALO-CANADESE




A ridosso delle prossime elezioni politiche arriva la canzone che lancia un messaggio provocatorio al popolo italiano.



Quella scheda era la mia” brano dove le strofe sono dedicate ai politici e il ritornello a noi italiani.
Il singolo, in maniera pungente ed ironica, evidenza l'abitudine italiana nel lamentarsi dei politici senza però darsi mai alcuna responsabilità:

«Non siamo contenti, ma la colpa è sempre degli altri. Si mette in evidenza, quindi, come sia fondamentale prestare attenzione al momento del voto, alla scheda elettorale, esprimendo la propria scelta con cognizione, sapendo realmente ciò che si sta facendo e dando quindi il proprio contributo al futuro dell'Italia. La canzone fu scritta il giorno dopo che non si raggiunse il quorum sulle piattaforme petrolifere, nel 2016, ennesimo esempio di non curanza etica da parte del popolo italiano. Sembra evidente che serva un cambiamento, sia nella classe politica, ma soprattutto anche nel popolo italiano stesso che resta costantemente spettatore “complice”, in quanto non reagisce, di tutto ciò che sta avvenendo all’Italia. Ho cercato con questo brano di stimolare gli italiani a chiedersi come mai quei politici sono sempre lì, le cose continuano a non andare e noi continuiamo a lamentarci...cioè il tutto si ripete uguale.
Ma il momento per far cambiare le cose è proprio nelle elezioni, usando la scheda elettorale. Se i politici sono al governo è perché il popolo li ha eletti, quindi il popolo faccia anche autocritica ed esprima con maggiore cognizione e concretezza le proprie scelte. È il popolo che deve, tramite il voto, cambiare questa situazione, disarmante, e far capire ai quei “bebè” che la devono smettere di curare solo i loro interessi privati e non quelli della nazione. Se poi si immagina il tutto visto dagli occhi di un emigrato italiano in Canada, il quadro può far ancor più male... in quanto quando ci si allontana, si avverte maggiormente la mancanza di ciò che si ama, la Patria, e vederla bistrattata in un modo indecente è tanto indecoroso quanto doloroso». Toz Antonio Piretti




Il brano è stato registrato presso “Boat Studio” di Bologna, masterizzato da Marco Borsatti (presso lo studio di Celso Valli) ed è estratto dall’album #STRONGER pubblicato a gennaio 2018. Sette canzoni registrate in studio con la band al completo, 5 in inglese e 2 in italiano.
Stile cantautorale, dove le canzoni sono messaggi per comunicare reali esperienze di vita e pensieri, seguendo le passioni la musica è condivisione di emozioni.


Radio Date: 16 febbraio 2018
Pubblicazione album: gennaio 2018

Autoproduzione



BIO

Toz Antonio Piretti è un cantautore con radici italiane e spirito internazionale. Ha iniziato il suo progetto musicale in Italia nel '06 e nel '09 trasferendosi in Canada, ha cambiato completamente la sua vita, da imprenditore “giacca e cravatta” a cantautore “chitarra e canzoni”. A Toronto, la musica diventa il suo modo di vivere essendo anche uno dei 75 musicisti con licenza per suonare nella metropolitana (TTC). Il suo cammino di artista si arricchisce ulteriormente con collaborazioni in spettacoli teatrali e in chiese Gospel. Ha pubblicato 4 album, demo, singoli e si è esibito in più di 360 ​​concerti tra nord America ed Europa.
Ultime pubblicazioni: "#Stronger" nel '18, "In 10 Years" nel '14 - "My Name Is Not Important" nel '12 - "Acoustic Italian Versions” nel '10.
Antonio scrive musica condividendo messaggi per incoraggiare le persone a vivere una vita migliore e prendersi cura l’uno dell’altro. Con questo spirito, ha fondato nel '14 “Art Takes Action for Charity”, fondazione privata volta all’organizzazione di eventi artistici a sostegno di progetti benefici. Nel '15, il primo grande tour: "RoomMates of the Same Planet". Un coast-to-coast attraversando il Canada, esibendosi in 22 concerti, presentando un nuovo format di spettacolo: "Audio Visual", una performance dal vivo in cui la musica suonata voce e chitarra, e i video proiettati su di un mega-schermo si fondono per amplificare i messaggi delle canzoni e creare un'atmosfera unica ed intensa. Nel '16 un'avventura europea: "Unconventional Tour". Il tour lo ha portato in 9 paesi in tutta Europa, suonando 23 concerti.
Nel '17 la sfida più grande - "from the Roots in the Right Direction" una bici e una chitarra - da Vancouver ad Halifax - 140 km ogni giorno - da metà aprile a metà luglio 2017. Partendo dalle radici, unendo la naturalezza e la purezza di andare in bicicletta con il modo più naturale di suonare, voce e chitarra; portando la sua musica tra la gente in occasione del 150esimo anniversario del Canada. Nello stesso anno, da agosto a metà settembre, un altro tour avventuroso "EnjoyWild", dove la musica incontra l’avventura, nei migliori centro rafting in tutta Italia.
#Stronger, il nuovo album, è stato pubblicato il 10 gennaio 2018. Attualmente sta studiando pianoforte, bevendo tè, scrivendo nuove canzoni e pianificando il prossimo tour.



Contatti e social


Tac Mutistrato - 16 strati a Villa Rizzo Siracusa

Tac Siracusa? Presso la Clinica Villa Rizzo è stata installata l’innovativa Tac Multistrato (16 strati)  apparecchiatura ad acquisizione multistrato compatta con elevate prestazioni diagnostiche in termini di velocità e della qualità delle immagini con bassa esposizione ai raggi X .
Tac SiracusaTac Multistrato: infatti,la capacità di acquisire oltre 32 mm di volume corporeo in un secondo per la durata di 100 s continui di scansione la rendono estremamente rapida per lo studio di tutto il corpo, sezionando il paziente a "fette" di 0,6 mm.
Tac Siracusa – Tac Multistrato, è un esame diagnostico che utilizza una sofisticata apparecchiatura a raggi X, allo scopo di ottenere immagini radiologiche dettagliate di aree specifiche dell’organismo.
La fonte di raggi X ruota attorno all’area da esaminare e raccoglie immagini che poi vengono rielaborate al computer.
In alcuni casi è richiesta la somministrazione di mezzi di contrasto.
Viene utilizzata soprattutto per la diagnosi dei tumori, ma anche per l’individuazione di altre patologie, come quelle a carico degli organi addominali, dell’apparato muscolo-scheletrico e del sistema nervoso.
L’apparecchio installato presso il reparto diagnostica per immagini della Clinica Villa Rizzo è una Tac Multistrato che consente di fotografare la parte da esaminare in sezioni sottilissime.
I vantaggi rispetto alla Tac di prima generazione sono legati alla possibilità di avere in tempi ridotti un numero di immagini più elevato.
Devi fare una Tac Siracusa?
Nuova apertura presso la Clinica Villa Rizzo del reparto di diagnostica per immagini.
Verranno installati innovativi macchinari per la diagnosi completa di tutte le patologie:
Risonanza magnetica alto campo 1,5 Tesla
Tac multistrato (16 strati)
Mammografia digitale
Ortopantomografo
Radiografia digitale e tradizionale
Il reparto di diagnostica per immagini della Clinica Villa Rizzo è solo uno dei tanti ammodernamenti della struttura:
La Casa di Cura Clinica Villa Rizzo, struttura sanitaria accreditata con il SSN, fu fondata nei primi anni '70 con la denominazione di Clinica Villa Rosanna dal Dr. Giuseppe Serra, Ginecologo rinomato di Siracusa.
Nel 1978 la Casa di Cura fu acquistata dal Prof. Franz Rizzo, Ordinario di Chirurgia Generale all’Università La Sapienza di Roma. La Clinica cambiò nome e fu denominata Clinica Villa Rizzo per identificarla con il nome del Prof. Rizzo e caratterizzarla per il prestigio che avrebbe conseguito nel tempo.
l Prof. Franz Rizzo, Primo Aiuto Chirurgo per più di 17 anni del Prof. Paride Stefanini, creatore di una delle scuole più famose di Chirurgia Generale sul territorio italiano tra gli anni '70 e '80, rilanciò la struttura nell’ambito di tutta la Chirurgia Generale.
Difatti il Prof. Franz Rizzo, eseguendo per anni interventi di alta chirurgia allora sconosciuti nel territorio Siracusano, formò una vera e propria Scuola di Chirurgia di riferimento all’interno della Clinica composta da assistenti medici siracusani, ai quali in seguito affidò le redini della sua Clinica.
Il Prof. Franz Rizzo ha profuso un impegno non comune nello sviluppo della Clinica, e per quanto egli esercitasse la professione di Universitario e Chirurgo a Roma anche in altre cliniche, non faceva mai mancare la sua presenza in Clinica a Siracusa per le sedute operatorie programmate settimanalmente, creando, a questo fine, anche una rete di assistenti in Clinica. La Clinica era unanimemente riconosciuta come un fiore all’occhiello della Sanità Siracusana e ad essa si rivolgevano pazienti provenienti da tutta la Sicilia.

A causa dei molteplici impegni Universitari e professionali, dal 1990 al 2015 la Casa di Cura non fu più gestita dalla Famiglia Rizzo.
Dal Dicembre 2015 la Famiglia Rizzo, nella persona del Dr. Gian Luigi Rizzo, è nuovamente unico gestore e proprietario della Casa di Cura e ha iniziato un nuovo corso per riportare la struttura al prestigio dei tempi del padre, Prof. Franz Rizzo.
L’attuale gestione ha iniziato un percorso di riqualificazione della struttura avviando un ammodernamento tecnologico ed un processo di collaborazione con professionisti di elevato spessore professionale ed umano, anche a livello nazionale, che eseguono interventi chirurgici e prestazioni diagnostiche, anche in accreditamento con il SSR.
Tac Siracusa www.villarizzo.it

martedì 20 febbraio 2018

Centro PMA a Roma Nuova Villa Claudia

Centro PMA Roma Nuova Villa Claudia … Voglia di nascere, un’azione feconda.
Quello che è un sogno per molti facilmente raggiungibile, per altri può diventare un motivo di sofferenza, di lacerazione profonda dinanzi all’incapacità di mettere al mondo un figlio.
Centro PMA Roma – Nuova Villa Claudia:
Oggi le aspettative per chi, uomo o donna, ha problemi di sterilità sono confortanti verso la soluzione e la Casa di Cura “Nuova Villa Claudia” è in grado non solo di affrontare la situazione nel modo scientificamente più corretto e all’avanguardia, ma anche di tenere in grande considerazione l’approccio psicologico con i pazienti.
In Italia si partorisce sempre più tardi, il primo figlio arriva oltre i 31 anni mentre le mamme straniere risultano più giovani partorendo, in media, a 29,7 anni.
Il posticipare “la ricerca di un figlio” si lega spesso a fattori socio-economici: infatti le donne, soprattutto quelle con un buon livello d’istruzione, desiderano affermarsi nel mondo del lavoro prima di dedicarsi ai figli, la cui cura è difficile da coniugare con la carriera professionale. Inoltre, i bambini
costituiscono un fattore di costo e, in questo momento di instabilità economica, molte coppie riflettono bene prima di assumersi la responsabilità di procreare.

L’aumento dell’età materna è, però, direttamente proporzionale alla diminuzione delle probabilità di successo in termini di gravidanza e se, dopo un anno di rapporti sessuali intenzionalmente fecondi, la coppia non ottiene la gravidanza, si dichiara infertile.
In questo caso si consiglia di rivolgersi a uno specialista per accertare la causa di infertilità e cominciare il trattamento presso un Centro di Procreazione Medicalmente Assistita Centro PMA Roma – Nuova Villa Claudia dove il risultato
è, in media, di 1,66 gravidanze ogni cento.
Normalmente le coppie che decidono di sottoporsi alla fecondazione assistita hanno già effettuato altri tentativi:
prima di optare per questo genere di cura si sono sottoposte a numerose analisi per determinare le cause dell’infertilità e hanno probabilmente assunto farmaci o sperimentato trattamenti alternativi. La speranza di ottenere finalmente una gravidanza è grande e di conseguenza accompagnata anche da una comprensibile e pronunciata tensione.
Il Centro PMA Roma presso la Casa di Cura Nuova Villa Claudia nasce con lo scopo di offrire alle coppie la possibilità di avere un bambino sano, utilizzando tecnologie all’avanguardia e un’équipe medico-biologica costituita da esperti nel settore, salvaguardando inoltre i principi ispiratori di trasparenza, sicurezza, ascolto, informazione, condivisione con i pazienti e nel totale rispetto della legislazione vigente nel nostro Paese.
L’équipe è costituita da ginecologi che eseguono le stimolazioni ormonali,il prelievo ovocitario e il trasferimento degli embrioni; nonché da biologi, che sono gli artefici della formazione dell’embrione selezionando gli spermatozoi in base alle caratteristiche cinetiche e morfologiche, gli ovociti in base al loro grado di maturità,e seguendo il loro sviluppo “in vitro” fino al trasferimento in utero.

Per approfondimenti sul Centro PMA Roma – Nuova Villa Claudia http://www.nuovavillaclaudia.it/centro-amb-in.php?id=37